Rubrica Tour

Il trend della birra artigianale a Milano, una vera conquista!

Spine di birra Artigianale
scritto da EFW Staff

Birra Artigianale, Vino e gastronomia in continua crescita

Il vero fenomeno di questi ultimi anni è senza dubbio il boom dell’enogastronomia che ha investito come un fiume in piena il mondo della ristorazione professionale ed amatoriale ed ha appassionato tutti gli italiani.

La grande passione per la buona tavola che da sempre contraddistingue il Bel Paese, prende oggi una piega gourmet, e spinge i consumatori più o meno esperti in materia di alimentazione, alla ricerca del prodotto più esclusivo, biologico e che mantenga il più possibile il suo sapore naturale.

I primi anni del nuovo secolo hanno sancito il trionfo del settore vinicolo, con un aumento esponenziale degli appassionati di questo settore, mentre negli ultimi anni si è affacciato un trend più recente preso in prestito dai paesi del Nord Europa, quello delle birre artigianali, che ha rivoluzionato il modo di bere di un gran numero di italiani e che è particolarmente evidente nelle grandi città, tra cui Milano.

Birra-artigianale-3

Cosa intendiamo per birre artigianali?

Il primo passo é senza dubbio definire che con il termine birra artigianale si intende una birra cruda, ovvero non pastorizzata, senza conservanti e non filtrata, ovvero integra.

Artigianale non è obbligatoriamente contrario di industriale. La lavorazione particolare a cui queste birre sono sottoposte può essere svolta anche da produttori su ampia scala.
Alcuni dei nomi più altisonanti della produzione di birra (solo per citare un marchio a caso, l’azienda Moretti) hanno infatti introdotto nel proprio portafoglio prodotti almeno una referenza di birra cruda, dal sapore più ruvido e genuino.

Il boom della birra artigianale a Milano

La capitale lombarda primeggia da sempre nell’adozione delle nuove mode e delle nuove influenze socioculturali e di costume, e, anche questa volta, non si è smentita.

Prima qualche referenza di birra artigianale nei grandi centri della distribuzione organizzata, poi la nascita di piccole boutique destinate al consumo di birra cruda, hanno in breve tempo lasciato spazio ad una vera e propria esplosione di birrerie artigianali che attirano un numero sempre crescente di clienti esperti o semplicemente curiosi di degustare qualcosa di nuovo.

E per non farsi mancare niente, Milano ha da poco ospitato l’Italian Beer Festival, una rassegna delle birre artigianali più prestigiose, che ha premiato i migliori birrifici e le migliori birre per ogni categoria, confermando l’effettivo successo del fenomeno.

Birra-Artigianale-TRend2

I locali più apprezzati a Milano per gustare birra artigianale

Per bere birra artigianale a Milano, non c’è che l’imbarazzo della scelta.
Partiamo dal famoso BQ, un locale storico in Via Losanna, che ospita decine e decine di referenze di birre artigianali sia alla spina che in bottiglia. Ce n’è davvero per tutti i gusti: bionde, rosse, doppio malto, al sapore di zenzero, di caffè, di frutta fresca o secca. BQ è davvero un punto di riferimento per tutti gli esperti del settore.

Una menzione d’onore la merita sicuramente il Birrificio Lambrate, uno dei primi locali ad avere incentivato la diffusione del fenomeno della birra artigianale sul territorio milanese. Ogni mese il locale propone una birra nuova, che va ad aggiungersi a quelle tradizionali e più classiche, ma dal sapore sempre sorprendente, come la Ligera, un’american pale ale che lascerà senza parole.

Accanto a questo locale va citato infine anche Baladin, una birreria storica nel cuore della Milano chic, che propone birre di prestigio e di altissima qualità, da abbinare con specialità gourmet dolci o salate per provare sapori nuovi ed affascinati.

E per chi volesse invece degustare una buona birra artigianale comodamente sul divano di casa propria, i beer shop sono ormai quasi ad ogni angolo della città meneghina, e offrono una vasta scelta di birre di produzione nazionale ed estera.

Commenti

Informazioni sull'autore

EFW Staff