Vino: Recensioni e Consigli

Decantare il vino: istruzioni per l’uso

how-to-decant-wine-01-950x633
scritto da EFW Staff

Cosa significa “decantare”?

Decantare il vino significa travasare una bottiglia, solitamente di vino rosso, in una caraffa o in un apposito strumento chiamato decanter per permette ad acidi e molecole di idrocarburo di legarsi più rapidamente con l’ossigeno in modo che il vino dia il meglio di se sprigionando aromi e profumi caratteristici. Infatti, in bottiglia i tannini inibiscono questo processo mentre versando il vino, questo si ossigena e “si apre” e sfoderando le sue doti migliori.
Scopriamo quindi tutte le curiosità e i dettagli per una corretta decantazione.

Tecnica di decantazione

Prima di decantare il vino è cosigliato lasciare la bottiglia in verticale per 24 ore in modo che i sedimenti e le parti solide si raccolgano sul fondo della bottiglia. Poi, per decantare il vino nel modo migliore e quindi individuare i sedimenti in modo veloce, gli esperti consigliano di mettere bottiglia e decanter di fronte ad una fonte luminosa, come una candela, e di interrompere immediatamente il travaso per non lasciar cadere dei residui.

Vinícola-da-Méliuz-conheça-o-universo-dos-clubes-de-vinho

Vini da decantazione

1. Vini rossi: questi vini si prestano meglio alla decantazione; vini bianchi, spumanti e vini dolci invece poco si prestano a questo processo.

2. Vini rossi giovani: i tannini che caratterizzano i vini rossi si aprono lentamente e hanno bisogno di più tempo per maturare e creare grandi aromi, quindi sono più adatti all’invecchiamento. Se si bevono giovani è necessario quindi decantarli per estrapolare tutte le loro caratteristiche.

3. Vini maturi: quando un vino, nonostante sia stato sottoposto a un invecchiamento da 5 a 10 anni, non abbia ancora sviluppato un bouquet caratteristico ma ha ancora odori deboli è bene decantarlo

4. Vini invecchiati: un vino invecchiato venti fino a oltre 40 anni è rimasto “fermo” per troppo tempo e quindi ha bisogno di sciogliersi grazie alla decantazione così da poter ritrovare i suoi profumi e aromi originari

Per tutte le altre tipologie di vini è sufficiente stappare e lasciare qualche minuto nel bicchiere in modo che il vino possa ossigenarsi e “tirare fuori” tutti i suoi aromi.

Strumenti di decantazione

35-125_4_

Per decantare il vino nel modo migliore prima di tutto munitevi di decanter, la caratteristica ampolla in vetro o cristallo, dalle svariate forme. Altri strumenti molto utili per la decantazione sono il cestello da decantazione che si usa per separare i sedimenti che rimangono nella bottiglia e l’imbuto da decantazione, perfetto per travasare il vino nel decanter (senza accendere la candela) per individuare i sedimenti all’interno della bottiglia e trattenerli nel filtro.

Commenti

Informazioni sull'autore

EFW Staff