Food

Ricette di Pasqua pugliesi

TIELLA-PUGLIESE
scritto da Annalisa

Le migliori Ricette di Pasqua in Puglia

Pasqua in Puglia è un tripudio di ricette tradizionali, che valorizzano i sapori genuini della terra, oltre ad una ricca varietà di dolci tipici legati a questa festività. Eccovi un assaggio di alcune ricette di Pasqua pugliesi che durante questa festa vengono gustate intorno ad una tavola imbandita.

Scarcelle

scarcelle-890x570
Le Scarcelle appartengono alla grande famiglia dei dolci pasquali e in Puglia la tradizione dolciaria legata a questa festività è assai variegata e con una lunga tradizione storica. Le scarcelle, o scarielle, devono il nome alla loro forma originaria a ciambella, detta appunto in dialetto “scarsella”. In realtà questi dolcetti hanno assunto una gran varietà di forme, da smeplici biscotti tondi alle più belle trecce o colombine. Vengono decorate con una glassa bianca e guarnite con zuccherini ma la loro particolarità, che ricorda altri dolci pasquali del sud Italia è la presenza delle uova incastonate. Le uova, incastrate nella pasta da crude si cuociono in forno insieme all’impasto e simboleggiano un augurio di fertilità.

Propati della Zita

SDC161691
Un altro dolce condiviso nelle festività pasquali è il Propato della Zita, tipico del Gargano e dall’intenso profumo di miele, cannella e buccia di arancio. La storia racconta che il nome derivi dall’albanese, lascito dei molti albanesi giunti via mare in Gargano che hanno mescolato tradizioni linguistiche e culinarie con gli abitanti pugliesi. I Propati sono delle ciambelle fatti di un impasto sodo e lievitato con lievito madre che una volta cotto, fragrante e gustoso viene servito a fine pasto, perfetto se intinto in un buon vino rosso. Il propato nei secoli passati era il dolce che le donne preparavano da donare ad amici e parenti nel giorno delle nozze di una parente, ma anche in occasione di battesimi e comunioni. Un dolce che rappresenta un dono e un augurio di buona sorte.

Tiella di riso, patate e cozze

KEUVMNTFCO40651
Se ancora non avete provato questo piatto prpovvedete al più presto, si tratta doi uan delle ricette più deliziose d’Italia. Una teglia riempita con strati di riso, patate a fette e cozze aperte a metà, il tutto coperto d’acqua e cotto in forno.
Questa specialità barese era un piatto povero preparato per sfamare i contadini dal ritorno dai campi con l’energia dei carboidrati, patate e riso e l’aggiunta di verdura, arrivata poi fino alla costa dove fu introdotto l’uso delle cozze. La Tiella era il tegame di terracotta dentro cui venivano cotti gli ingredienti, appoggiata sulle braci roventi che la ricoprivano anche sopra il coperchio. La cottura, simile ad un forno, era così ottimale per intensificare aromi e sapore.

Brodetto: agnello con uovo e piselli

xO8P1psHMrseIkTw3BOZP2I5FFaRdqwpNNkSVFVqlykLa0r7liQ
Il piatto per eccellenza pasquale nelle tavole pugliesi e in particolare foggiane unisce uova e agnello, i due simboli pasquali e religiosi principali. Il Brodetto di Pasqua prevede l’agnello tagliato in pezzi e cotto con i piselli in umido con vino bianco, a fine cottura la carne viene insaporita con l’aggiunta di uova sbattute e formaggio pecorino che creano una crema densa e gustosa. Questo piatto, dalla lunga tradizione, viene cucinato in diverse zone della Puglia, è molto amato nel foggiano e nella zona delle Murge, in particolare a Trani dove prende il nome di Benedetto.

Commenti

Informazioni sull'autore

Annalisa