Guida alle birre artigianali

Le 10 birre più vendute al mondo

heineken
scritto da Annalisa

La classifica delle 10 birre più vendute al mondo

Quali sono le birre che hanno più successo e vendite nel mondo? A rispondere sono i risultati dello studio condotto da Bloomsberg che ha da poco pubblicato la classifica delle 10 birre più vendute nel pianeta, valutando la quota del mercato globale controllata da ciascun marchio.

Tutte le 10 birre sono bionde e con una gradazione alcolica moderata, a sorprendere è la massiccia presenza delle produzione cinese che in pochi anni ha sconvolto e modificato il panorama della produzione e vendita di birre. Le prime due posizioni sono infatti cinesi, e nel resto della lista appaiono 3 statunitensi e una sola produzione europea, curiosi di sapere quale? Andiamo a scoprire le 10 birre più vendute al mondo…siamo sicuri che molte non le avete mai viste né sentite.

birre vendute

1. Snow, Cina

Nel 2005 questa birra bionda e leggera era all’undicesimo posto, in soli 10 anni ha scalato 10 posizioni raggiungendo la vetta e contando una crescita delle vendite del 573%, arrivando a coprire più del 5% del mercato mondiale. Presenta una bassa gradazione alcolica e un sapore leggero, adatta per essere abbinata durante i pasti.

2. Tsingtao, Cina

Questa birra lager prende il nome dall’omonima città di produzione, copre attualmente quasi il 3% delle quote del mercato mondiale, passando dalla decima posizione alla seconda in dieci anni. È molto richiesta non solo nel mercato interno ma copre da sola più del 50% delle esportazioni di birra dalla Cina.

tsingtao

3. Bud Light, Usa

Prima americana in classica, la Bud Light è la versione leggera della famosa Budweiser, al contrario delle birre cinesi le sue vendite negli ultimi anni sono calati e coprono ora il 2,5% del mercato. Nel 2005 questa birra molto leggera e dal basso grado alcolico deteneva il podio.

4. Budweiser, Usa

King of Beer, come recita il suo slogan, questa birra è il Re delle produzioni birraie statunitensi; viene esportata e consumata in tutto il mondo, un tempo era seconda ora si trova in quarta posizione coprendo il 2,3% delle quote del mercato globale. La Budweiser è una lager chiara prodotta dalla Anheuser-Busch InBev nel Missouri, dal gusto fresco e delicato con piacevole retrogusto di malto e luppoli.

5. Skol, Brasile

Il nome letteralmente significa “alla vostra salute” in scandinavo. La Skol infatti, se pur prodotta in Brasile dall’azienda AmBev è in realtà una proprietà della marca danese Carlsberg. Si tratta di una pilsner chiara e leggera nata negli anni Sessanta come marchio internazionale di varie aziende di birra europee; ad oggi copre il 2,2%.

6. Yanjing, Cina

Famosa in patria come la State beer of China, domina l’1,9% del mercato ed è la birra bevuta durante le assemblee del partito comunista cinese. Dieci anni fa era in 16 esima posizione ed è salita di ben dieci numeri grazie alle sue caratteristiche e al basso grado alcolico di 5,4°. La Yanjing è una rice lager leggera e poco gasata dal corpo acquoso ma bilanciato tra luppolo e malto.

7. Heinekein, Olanda

Unica produzione europea in classica copre l’1,5% del mercato e vanta una particolarità: è la birra più antica della classifica contando ben 151 anni di vita; la sua produzione fu iniziata nel 1864 quando Gerard Heineken avviò una piccola birreria ad Amsterdam. 130 stabilimenti in più di 65 paesi ne fanno uno tra i primi produttori al mondo che  diramano la produzione in vari marchi diversi. Heinekein è una birra bionda leggera e beverina consumata massicciamente in tutta Europa.

8. Harbin, Cina

La Cina torna in classifica con questa birra che copre la stessa quota dell’europea Heinekein (1,5%), è una proprietà del marchio Anheuser-Busch InBev (come Budweiser) e viene prodotta dal 1900.

9. Brahma, Brasile

brahma

Seconda brasiliana in lista, copre anche la Brahma circa l’1,5% del mercato globale e come la precedente Harbin cinese è una produzione straniera del colosso InBev. Di questa birra esistono le varianti Chopp, Extra e analcolica. Le origine del suo particolare nome non sono sicure e si tratta di una birra con un sapore molto debole, l’aroma è vagamente dolce e ricorda i fiori con un retrogusto leggermente limonato in cui i luppoli passano in secondo piano.

10. Coors Light, Usa

Chiude la classifica delle birre più vendute al mondo una produzione americana che copre un altro 1,3% del mercato mondiale. La Coors Light, che è arrivata a superare di molto il successo e le vendite della Coors normale, nasce nell’omonimo birrificio fondato negli Stati Uniti nel 1973. È una birra bionda e leggera del tipo lager con una gradazione alcolica di 4°.

Informazioni sull'autore

Annalisa