Food

Alla scoperta della cucina indiana, a cena con l’India!

cucina indiana
scritto da Annalisa

La cucina indiana tra spezie e verdure

Spezie, curry e salse dense e odorose…la cucina indiana è ricca, profumata, soddisfacente e golosa. Moltissimi sono i piatti della cucina del subcontinente indiano, che si diversificano di regione in regione passando dalla carne di montone al pesce fino al paneer, tipico formaggio cagliato, e tante verdure e legumi. Ma una cosa contraddistingue tutti i piatti: l’uso generoso, bilanciato e squisito di moltissime spezie e peperoncini.

La cucina indiana da nord a Sud

La cucina dell’India è principalmente vegetariana ma non mancano anche carne, pesce e formaggio fresco.
Negli aridi paesi del nord la cucina si basa su piatti vegetariani, di riso e legumi e qualche piatto di carne, principalmente montone, agnello e pollo. Nel profondo Sud, dove il deserto lascia spazio ad una rigogliosa giungla e ad un clima tropicale a farla da padroni sono pesce, cocco e frutta tropicale.
A Delhi potete gustare ottimi Dahl, zuppe di lenticchie, insaporiti con masala ovvero mix di spezie che includono curcuma, cannella, cardamomo, cumino, foglie di curry e semi di senape serviti con riso basmati e ottimi byriani, pietanza a base di riso arricchita con verdure cotte e pollo. Scendendo verso sud si viene deliziati da abbondanti curry di pesce fumanti, gamberi cotti nel latte di cocco e deliziose paratha, pane sfoglioso arrottolato a spirale e cotto su piastra. Infine ci si delizia con il sambhar, una zuppa con verdure cotte con tamarindo, semi di senape e curcuma fresca e le dosa, una sorta di crepes con farina di legumi fermentata servita con chutney di cocco.

Specialità tipiche della cucina indiana

La specialità del nord? Il famoso tandoori! Una sorta di forno realizzato con argilla, dalla forma di un profondo vaso allungato sul cui fondo vengono poste braci incandescenti. Con dei lunghi spiedi gli abilissimi cuochi introducono carne verdure e il tipico pane sottile senza lievito, il chapati. Gli alimenti cuociono ad altissime temperature rimanendo croccanti fuori e succosi all’interno. Un must è il pollo tandoori, cosce di pollo insaporite con spezie, tra cui paprika e peperoncino che gli conferiscono il colore rosso, cotte nel tandoori.

cucina indiana

Dopo il pesce in salsa di curry, il piatto imperdibile negli stati del Sud è il Thali. Più che di un piatto si tratta di un insieme di assaggi e vari cibi che vengono serviti contemporaneamente in tante ciotoline. Immancabile il riso, l’acqua di cocco e lo yogurt; a questi si aggiungono zuppa di lenticchie piccante e verdure: fagiolini con pomodoro, spinaci e bietole piccanti, patate al masala e cavolfiore con curry. Il tutto accompagnato da croccanti e sottili pani senza lievito fritti.

Tè Chai, istituzione nazionale

Non si può parlare della cucina indiana senza citare il tè chai. Delizioso e fumante tè nero bollito con latte, zuccherato e aromatizzato con zenzero, cardamomo e cannella a volte con l’aggiunta di chiodi di garofano. Viene bevuto a qualsiasi ora del giorno e della notte in bicchieri di argilla servito dai moltissimi venditori ambulanti.

Indian Street Food….fritto e rifritto!

cucina indiana

Se rientrate nella categoria degli amanti dello street food, non limitatevi alle squisite proposte italiane ma provate ad avventurarvi nello speziato mondo del cibo da strada indiano…se vi piacciono i fritti e le spezie lo troverete squisito! Il cibo da strada per eccellenza sono le samosa, triangoli di pasta fillo ripieni di patate, cipolle e piselli condite con mix di spezie e fritti in olio bollente, i pakora frittelle di verdure in pastella di farina di ceci, le vata, ciambelline fritte di impasto morbido insaporite con coriandolo e se preferite il dolce i jalebi, frittelle croccanti dalla forma a spirale ottenute facendo colare la pastella nell’olio bollente e poi immerse in uno sciroppo di melassa e acqua.

Informazioni sull'autore

Annalisa