Birre Artigianali: Recensioni e Guide Birrifici artigianali Rubrica Tour

Birra Baladin, l’Italia nel mondo

Teo Musso e Birra Baladin - EFW
scritto da Melissa Manzan

Birra Baladin, eccellenza italiana.

Bottiglie di Birra Baladin - EFW

“Qualche” cenno storico sulla Birra Baladin

La Storia di uno dei marchi italiani di birra artigianale più famosi al mondo comincia nel 1986 grazie a Teo Musso nella provincia di Cuneo quando la birreria Le Baladin (da cui prenderà il nome il birrificio) vengono servite oltre 200 etichette di birre, per la maggior parte estere e belga.
Passano dieci anni e nel 1996 Le Baladin si trasforma in un Brewpub, un luogo dove si produce e si vende birra artigianale.  Alla luce, o meglio, alla spina compaiono La Blonde e l’Ambrée nelle versioni filtrate e non.
Spine di Birra Baladin - EFW
Il successo non tarda ad arrivare ed ecco che nel 1997,  Birra Baladin, pioniera in questo mondo, mette Super in bottiglia, la prima di una lunga serie. Nello stesso anno si produce anche la Brune, (spinata solo a Piozzo) e la Isaac, famosissima chicca di Teo dedicata proprio al figlio.
Restando sempre nel ’97 nasce anche la Nina di ispirazione anglosassone e un anno dopo, per le feste di Natale, Baladin se ne esce anche con Noel, una Ale scura dal corpo deciso.
Bottiglie di Birra Baladin - EFW
Arriviamo al 2000, anno importante anche questo, il genio creativo di Teo non si ferma ed ecco spuntare Wayan, una Saison dedicata alla Figlia e il “Birrodotto”. Si, avete capito bene, un “Birrodotto”, nel senso che la birra non si ferma e figuriamoci se lo fa Teo. I polli di mamma e papà vengono sfrattati dal pollaio per far spazio alla cantina di fermentazione che però distava 300 mt. dal punto di produzione del mosto di Piazza di Piozzo, ed è qui che qualche tubazione, nel bel mezzo del paese, è spuntata.
-Tutti d’accordo?-
Beh diciamo che con un semaforo a regolare il traffico un po’ congestionato le cose sono andate meglio!
-Piozzo, un paese che accoglie la birra artigianale, bravi!-
Sempre nel 2000, Baladin presenta Isaac e Super al GBBF (Great British Beer Festival) insieme all’amico Ago del Birrificio Italiano che presenta la Amber Shock, sono i primi rappresentanti italiani al grande evento UK. Ultima ad arrivare nell’esplosivo 2000 è Nora, una birra Egizia dedicata da Teo alla madre dei suoi figli.
bottiglie di Birra baladin - Enjoy food wine
Durante gli anni 2000 Baladin esplode, si, di successo però.
Si cambia impianto per l’ingente richiesta di Birra, nasce Selezione Baladin (la società di distribuzione che si occupa della vendita di Birra Baladin all’estero e in Italia), nasce Elixir una birra fermentata con lieviti di Whisky, poi Xyauyù (vincitrice di molti premi) il barley wine ossidato, in seguito nasce Sidro Baladin utilizzando le mele di Savoia e Mama Kriek prodotta con ciliegie grinte dove nell’etichetta compare la mamma di Teo.
Birra Baladin, birra artigianale dal genio di Teo Musso - EFW
Nel 2005 Teo Musso riceve un premio importante, un premio che fa capire l’importanza di questo personaggio per l’Italia e per la cultura brassicola, il “Semper Ardens Award for Beer Culture”.
La produzione di grandi birre continua, nel 2006 nasce Erika che diventerà Mielika creata con Miele e melata di abete, nel 2007 sorge Gusto e X-Fumè.
Salteremo qualche passaggio perché Teo ne combina una più del diavolo, apre ristoranti birrari con camere: in Italia, in Marcco, in America…
Si inventa un bicchiere per bere la birra, il Teku, collabora con fiat 500, sbarca anche nel campo agricolo (il birrificio Baladin è il primo Birrificio Agricolo Italiano), vince premi come birrificio dell’anno, le sue birre vincolo altri premi come Birra dell’anno.
Birre baladin confezioni

Ma Teo dorme ogni tanto?

Negli ultimi anni continua la produzione di eccellenze birrarie: Super Arrogant, Noel si trasforma il Leon, Noelle Vanille, Etrusca, Nazionale 3.3 (premio Cerevisia 2013), la Pepper
Bottiglie di Birra Baladn - EFW

Mission di Birra Baladin

Diffondere e sostenere la cultura birraria italiana e la sua qualità in Italia e nel mondo, (e a nostro parere ci sembra a buon punto).

Dal 1996 produce Birra Naturale non pastorizzata ed è punto di riferimento per il movimento della Birra Artigianale in Italia

Teo chi è?

-Uno a cui piace fare tante cose!-

Scherzando sulla sua figura di Matterino “Teo” Musso, l’Italia è sicuramente orgogliosa di una persona che negli anni ha saputo inventare e reinventarsi all’interno di un mercato in grande espansione e in un mondo articolato come quello brassicolo.

I nostri complimenti Teo.

Beh se vi incuriosisse il personaggio noi vi invitiamo all’incontro organizzato dai ragazzi di Marketer’s Club: “Birra Artigianale, dalla passione al Business”  presso l’università Ca’ Foscari di Venezia.

Birra Baladin Locandina Birra Artigianale marketing - EFW

Potete iscrivervi qui all’evento! http://bit.ly/1hgtYGC

Informazioni sull'autore

Melissa Manzan

Mi sono laureata nel 2013 in comunicazione presso l'Università di Padova, nella vita faccio la Community Manager e la Copywriter. Appassionata da sempre di cucina e viaggi, sperimento il più possibile posti nuovi e sapori diversi. Per lavoro e passione mi diletto anche in fotografia, sono curiosa e mi piace osservare ciò che mi sta attorno.