Cantine Vinicole Produttori di eccellenze Vino: Recensioni e Consigli

Cantina Colle Moro, una lunga tradizione di qualità

Schermata 2020-04-22 alle 12.32.18
scritto da Riccardo Perazza

La forza di una cooperativa, nelle mani di oltre 500 soci,
che da più di 50 anni guarda al futuro.

Cantina Colle Moro, un tuffo nel passato

Sorge in una terra baciata dal sole, immersa tra un mosaico di vigneti e in un clima unico tra mari e monti, nel cuore dell’Abruzzo, la storica Cantina Colle Moro, che dall’omonima vallata prende il nome.
Nata nel lontano 1961, grazie ad un gruppo di volenterosi vignaioli, la sua sede si erge nella piccola località di Guastameroli, situata nel comune di Frisa, in provincia di Chieti.
A partecipare alla vita attiva della cooperativa, sostenuta oggi da circa 500 soci, sono piccoli coltivatori e aziende agricole che curano con costanza, passione e dedizione, da generazioni, vigneti dislocati tra il mare Adriatico e le cime del Gran Sasso e della Majella.

Schermata 2020-04-22 alle 12.29.47

Cantina Colle Moro, dietro i numeri la vitalità dei soci

È di circa 1.100 ettari la superficie produttiva complessiva, con una produzione media di 200.000 quintali di uve, un locale adibito a bottaia e un impianto di imbottigliamento capace di produrre annualmente circa 1 milione di bottiglie. Questi i numeri che Colle Moro ha raggiunto dopo oltre 50 anni di attività, un cammino lungo e impegnativo che le ha permesso di riscuotere oggi ampi consensi presso un pubblico sempre più vasto ed esigente.
Dodici i presidenti che si sono succeduti alla sua guida, fino all’attuale carica rivestita dal perito agrario Francesco Labbrozzi, persone che, in maniera distintiva, hanno contribuito alla sua crescita e trasformato una vivace realtà in una grande famiglia, dove le persone che vi lavorano hanno un ruolo fondamentale.

uva sfondo-32 (003)

Cantina Colle Moro, dalla vigna alla tavola

Accanto all’importante apporto sociale svolto dalla cantina per i suoi soci, è evidente il contributo economico che essa rappresenta per il territorio e l’intera comunità, una realtà che ha favorito la tutela e la conservazione di antichi vitigni. Tra quelli a bacca rossa impossibile non menzionare il famoso Montepulciano d’Abruzzo, che da generazioni dà vita ad un “nettare” diventato ormai principe e portabandiera dei vini abruzzesi nel mondo, sempre più percepito come eccellenza italiana proveniente da un territorio unico. Fra le varietà a bacca bianca, invece, spiccano il Trebbiano d’Abruzzo, il Trebbiano Toscano, la Malvasia del Chianti, oltre la custodia di alcuni vitigni autoctoni tra cui il Moscato di Frisa, il Pecorino e la Cococciola; vitigni preziosi da cui sapienti mani ricavano vini di qualità venduti in tutto il mondo: Alcàde, Calea, Mila, Splendore le etichette più famose di Colle Moro Wines.

_FUS8871

Cantina Colle Moro, verso nuovi orizzonti

Ben 21 le tipologie di vino presenti sul mercato e apprezzate all’estero, come dimostrano i tanti premi e riconoscimenti internazionali. Negli ultimi anni, infatti, la cantina Colle Moro è cresciuta molto, intensificando notevolmente i volumi di vendita e volgendo lo sguardo a nuove nazioni. Si tratta di un marchio presente in 18 paesi esteri: Canada, Usa, Danimarca, Belgio, Polonia, Albania, Germania, Serbia, Francia, Russia, Cina, Taiwan, Hong Kong, Australia, Corea del Sud, Giappone, Bulgaria. Attualmente, l’azienda vanta un fatturato composto per il 75% da vendite generate in Italia e per il 25% da vendite derivanti dai mercati esteri.

Cantina Colle Moro, nuove sperimentazioni in casa Colle Moro

_FUS8778

La nuova fase di rinnovamento e di sviluppo ha portato Colle Moro Wines a certificare il proprio processo produttivo con i più recenti sistemi di qualità nazionali ed internazionali, dotarsi di tecnologie avanzate e di una linea del freddo in grado di conservare e controllare i profumi e la bontà dei vini DOP e IGP.
Un’azienda presente alle più note fiere di settore, capace di reinventarsi e pronta a catturare i palati delle nuove generazioni lanciando sul mercato nuove proposte come i freschi e leggeri vini rosati MoPass Rosè e Club Cerasuolo d’Abruzzo Dop; attenta alle tendenze del momento facendo capolino nel mondo della birra con Aglea, una birra artigianale in stile Italian Grape Ale, nata grazie alla recente collaborazione con il birrificio agricolo Maiot, che unisce la fragranza dei malti chiari e del frumento all’intensità delle uve di moscato bianco autoctono della zona di Frisa. Ed ancora, determinata a sperimentare nuovi confini esordendo nel mondo dei Vermouth, con una bevanda ottenuta dall’infusione di artemisie, erbe aromatiche, china, rabarbaro con del vino pecorino.
Una realtà fortemente radicata al territorio e impegnata a custodirne le radici promuovendo eventi eno-turistici e culturali, tra tutti Trabocco al Tramonto, il format estivo che è riuscito a far rivivere uno dei luoghi più affascinanti della costa adriatica, il celeberrimo Trabocco Turchino, tanto decantato dal poeta abruzzese G. D’Annunzio, con degustazioni dei migliori vini della cantina, reading e visite guidate alla storica macchina da pesca.
“La nostra è una politica di totale sensibilizzazione al territorio e al pieno rispetto di esso, entrambi elementi imprescindibili. Il punto di partenza del nostro lavoro è prendersi cura di quella stessa Terra da cui la Vite trae il suo sostentamento”, sostiene il Presidente di Colle Moro, Francesco Labbrozzi.
Una cooperativa ormai giunta all’era della maturità, protesa a fare branding attraverso iniziative social ed editoriali, come il nuovo magazine Colle Moro Club.

DOVE ACQUISTARE
• tramite telefono al numero 0872.58128
• via email scrivendo a info@collemoro.it
• presso il punto vendita della nostra cantina

CONTATTI
Cantina Colle Moro

via del Mare 35-37
66030 Guastameroli di Frisa CH

info@collemoro.it
tel: (+39) 0872.58128
fax: (+39) 0872.58288

Informazioni sull'autore

Riccardo Perazza