Food

Cibo e sonno: cosa è meglio evitare prima di dormire

patate fritte
scritto da Annalisa

Sonno e digestione: cibi da non mangiare

Sonno interrotto, incubi, sete notturna e acidità di stomaco? Non siete gli unici a cui succede! Tutto dipende da cosa avete messo in tavola per cena e soprattutto dall’orario. Mangiare poco prima di coricarsi non fa bene al nostro riposo notturno, poiché il corpo è ancora impegnato nella digestione e lo stomaco non ha ancora smaltito e assimilato il pasto.

I nutrizionisti concordano che è bene consumare la cena almeno due tre ore prima di dormire in modo da garantire un sonno calmo e ristoratore al nostro organismo; se proprio però i mille impegni giornalieri e la stanchezza accorciano il tempo che intercorre tra la tavola e il letto allora è bene evitare alcuni cibi particolari che possono trasformare la vostra notte in una nottata in bianco!

Per restare in forma attenzione alla cena!

A causare rallentamenti nella gestione, disidratazione, appesantimenti e gonfiori sono alcuni cibi e piatti complessi (come i fritti e i lievitati) che sarebbe bene evitare per cena o almeno consumare tre ore prima di coricarsi per permettere una completa digestione.
Un altro effetto collaterale dell’ingerire cibi calorici e grassi per cena è un duro colpo alla vostra linea. La fase di sonno infatti non necessita e non brucia grosse riserve caloriche e di conseguenza le calorie che avete mangiato in eccesso prima di dormire non verrò sfuttate dall’organismo e si trasformeranno in grasso. I numeri della bilancia saranno più propensi a salire se mangerete, poco prima di coricarvi, carboidrati, zuccheri e dolci, cibi calorici e grassi, che si trasformeranno in riserve di grasso.

pizza

Cibi e sonno, evitate questi:

Fritti: troppo pesanti da digerire renderanno difficile addormentarsi e vi costringeranno ad un sonno messo a dura prova dalla digestione; per di più se il fritto è salato faciliterete la ritenzione idrica e problemi circolatori.
• Carne rossa: fiorentina per cena? Meglio evitare. La carne rossa è ricca di grassi saturi difficili da digerire; meglio sceglierla a pranzo e non esagerare con le quantità.
• Pizza: il lievito gonfia la pancia e rallenta la digestione disturbando il sonno, l’eccesso di sodio e sale presente nella pizza provoca disidratazione e vi costringe a svegliarvi per bere durante la notte, i condimenti (mozzarella, formaggi, sott’olio e salumi) aggiungono ulteriori calorie e grassi che non smaltirete.
• Pasta e pane: discorso valido per tutti i carboidrati, meglio sceglierli a pranzo, se li volete per cenaallora sceglieteli non lievitati, integrali e in quantità ridotte.
• Troppa frutta: la frutta è zuccherina e se mangiata in grandi quantità causa alti picchi glicemici, nemici della linea e della giusta regolazione dei livelli di zucchero nel sangue, è dunque bene non esagerare nelle ore serali e preferirla a colazione e pranzo. Se proprio non riuscite a rinunciarvi scegliete i frutti a basso indice glicemico come mele, frutti rossi (fragole, ciliegie, lamponi) e pesche ed evitate fichi, banane, anguria e frutti esotici.
• Cioccolato e caffè: prima di dormire bandite la caffeina, niente cioccolata, caffè e bibite gassate contenenti questo eccitante naturale, fate attenzione anche a dolci e gelati .
• Dolci: mangiare il dessert a fine cena, sgranocchiare biscotti davanti alla tv o gustare un gelato con panna prima di dormire è altamente sconsigliato per la linea. Tutti i grassi e lo zucchero ingeriti alzano di molto la glicemia e saranno i principali responsabili dei chili di troppo!

Cosa mettere in tavola per cena?

sedano

Per rispettare il binomio cibo e sonno scegliete verdure cotte (le insalate e le verdure crude gonfiano e sono ricche di acqua dunque prediligetele a pranzo) e cibi a basso indice glicemico come crostacei, verdure verdi come spinaci, biete, sedano, cavoli e porri, lenticchie, ceci.

Informazioni sull'autore

Annalisa