Food

Erbe spontanee e fiori da mettere in tavola

tarassaco, erbe spontanee
scritto da Annalisa

Primavera…tempo di erbe spontanee

Sole, aria frizzante e voglia di trascorrere le giornate all’aperto. Cosa c’è di meglio di una bella passeggiata lungo un argine o nei campi alla ricerca di erbe spontanee selvatiche?

I prati sono pieni di gustose ed economiche sorprese! Basta partire con un coltellino e un cesto di vimini e raggiungere un bel prato lontano dal traffico o, ancora meglio, l’argine di un fiume. Troverete tantissime piante ed erbe commestibili, da usare con le erbe aromatiche che possono dar vita a piatti gustosi e…curativi!

Le erbe del giardino sono le più buone!

Torte salate, zuppe, insalate e dessert…con fiori ed erbe si possono cucinare mille piatti, sta tutto alla vostra fantasia! L’unica accortezza da tenere a mente è essere sicuri della pianta raccolta prima di cuocerla, per non incappare in sgradevoli sorprese e malesseri fisici.

Per trovare tante erbe gustose non è necessario inoltrarsi in una foresta o raggiungere i monti, anche i giardini e i prati dietro casa sono spesso stracolmi di delizie verdi.

Ricette con le erbe spontanee

Qualche idea per la cena di stasera? Ecco qualche suggerimento per raccogliere erbe comuni e cucinarle al meglio. Iniziamo con tarassaco, malva e viola mammola.

1) Tarassaco

Il Tarassaco è caratterizzato da un grosso fiore giallo che matura in soffione, stelo cavo e foglie frastagliate di un verde scuro, è non solo buonissimo ma anche curativo. É ricco di ferro, sali minerali e calcio e gode di proprietà depurative, in particolare per il fegato.

Infuso: se siete appesantiti dai i pranzi pasquali bevete un infuso di foglie di tarassaco e zenzero: depura il fegato e disinfetta gli organi digestivi.

Insalata: le foglioline chiare sono ottime crude in insalata mescolate con verdure più dolci come finocchio, carote e pomodorini piccadilly; unite anche i boccioli dei fiori per un tocco in più. Irrorate il tutto con olio extravergine d’oliva e aceto balsamico Igp di Modena.

Finti capperi: quando il fiore si trasforma in soffione cela una delizia, il bottone che rimane alla base si può conservare come i capperi, sotto aceto o sotto sale. Fate attenzione a rimuovere la parte verde alla base, gustatelo nella caponata di melanzane e olive.

Fiori fritti: consiglio per un aperitivo speciale? Calice di prosecco ghiacciato arricchito con margheritine o petali di rosa e frittelline di fiori di tarassaco. Immergeteli in una pastella fatta con farina di riso e birra ghiacciata, aggiungete un pizzico di curcuma e il gioco è fatto! Servitele con le foglie di salvia selvatica fritte.

2) Malva

malva

Emolliente, antinfiammatoria e ottima per regolarizzare l’intestino. La malva, con i suoi fiori lilla con striature sul viola, al gusto è dolce e delicata, molto versatile in cucina.

Risotto bicolore di malva: iniziate la base per un risotto primaverile con riso Carnaroli, cipollotto tritato e vino bianco delicato, aggiungete pari peso di riso nero Venere già lessato per 45′ minuti e le foglie ben pulite della malva. A fine cotture mantecate e spargete i fiori lilla.

Zuppa primavera: tagliate a cubetti le verdure fresche di stagione e fatene un buon minestrone, patate novelle, piselli, cipollotti, zucchine, spinaci e bietole. Aggiungete in gran quantità fusti teneri e foglie di malva.

Grappa: i fiori possono insaporire distillati e Grappe.

3) Viola mammola

viola mammola

Bella e profumata, la viola mammola cresce in tutti i giardini! Dal fiore viola acceso cuoriforme con foglioline verdi e stelo sottile, ha proprietà emollienti, purgative e sedative.

Trofie alla viola: saltate il seitan in padella, o salsiccia magra per i carnivori, con un goccio di vino bianco e zeste di arancia; aggiungete i fiori di viola e di primula all’ultimo momento, versate le trofie e spadellate.

Viola candida: essicate i fiori all’ombra, immergeteli nel caramello fuso e poneteli su una teglia per farli indurire. Sono ottimi sul gelato alla vaniglia o la mousse al cioccolato.

Buon appetito con erbe spontanee e fiori!

Informazioni sull'autore

Annalisa