Food

Come resistere ai formaggi emiliani?

Forme di Grana | Enjoy Food & Wine
scritto da EFW Staff

Tra i prodotti DOP dell’Emilia Romagna: non solo grana e parmigiano

Quando parliamo di formaggi DOP originari dell’Emilia Romagna pensiamo immediatamente al Grana Padano e al Parmigiano Reggiano… dimenticandoci dell’esistenza di altri ottimi prodotti! Per fortuna ci siamo qui noi a tenervi sempre aggiornati.

Formaggi emiliani: Provolone Valpadana DOP

Provolone | Enjoy Food & Wine

L’origine di questo formaggio a pasta filata è probabilmente meridionale, ma la sua lavorazione si è estesa a molte altre regioni italiane.
Il termine Provolone è sostituito da nomi tradizionali locali che si riferiscono alle varie forme e dimensioni con cui viene preparato, per esempio sferico, cilindrico o a pera.
Viene proposto in due tipologie: dolce e piccante.
E’ un formaggio da tavola che può essere usato anche nella preparazione di numerose ricette.

Formaggi emiliani: Casciotta di Urbino DOP

Il termine caciotta è usato in Italia centrale e meridionale per designare la produzione casearia fatta dal contadino pastore. La Casciotta di Urbino è un formaggio prevalentemente di latte ovino (3/4) e parzialmente di latte vaccino (1/4), ha forma cilindrica e piccole dimensioni e la pasta è compatta, di sapore dolce.
Si consuma tradizionalmente con pane montanaro accompagnato da fave, salumi, lardo, prosciutto e dal ciauscolo di Loreto.

Formaggi emiliani: il formaggio di fossa DOP

Fossa e formaggio | Enjoy Food & Wine

Il nome del formaggio si deve al fatto che la sua stagionatura avviene in ambienti sotterranei chiamati fosse. Queste sono profonde tre metri e furono scavate nel tufo di Sogliano al Rubicone, in provincia di Forlì-Cesena, probabilmente per proteggere il formaggio dalle razzie dei soldati durante il XVIII secolo.
Le fosse vengono disinfettate con un falò e solo dopo aver ricoperto le pareti con paglia fresca il formaggio viene lasciato a stagionare dentro sacchi di tela bianca.
I sacchi vengono estratti dalle fosse il 25 novembre, giorno di Santa Caterina.

Formaggi emiliani: squacquerone DOP

Lo squacquerone è un formaggio romagnolo fresco e cremoso di colore bianco, dalle origini molto antiche. Il nome ha origine dal dialetto squaquaron, che è indicativo della sua elevata “acquosità” (60%).
E’ un formaggio spalmabile che non viene stagionato, quindi deve essere consumato entro un breve periodo dalla sua produzione, ed è utilizzato spesso per la farcitura della piadina.

Fonti immagini:

www.agriturist-er.it
marketingretail.files.wordpress.com

Informazioni sull'autore

EFW Staff