Food

Oggi è la giornata mondiale del latte!

milk day
scritto da Serena

Una giornata per celebrare l’essenza della nostra nutrizione, l’alimento che ci accompagna in ogni fase della nostra vita: il latte.
Dal 2001, il FAO ha stabilito il 1° giugno come giornata internazionale del latte che grazie al suo contributo provvede alla sostenibilità, sviluppo economico, nutrizione e vita di tutto il mondo.
Con lo slogan “Raise a glass!” (trad. in alto i bicchieri, brindiamo) il FAO – Food and Agricoltural Organization vuole celebrare e ringraziare tutti coloro che quotidianamente lavorano duro per assicurare la produzione di questo bene primario.

L’anno dei record per il latte e il formaggio italiano

La produzione del latte, com’è evidente non influisce solo nel fabbisogno quotidiano di ognuno di noi, ma ha una rilevanza fondamentale anche per l’economia di molti paesi, come l’Italia.
I dati di Coldiretti per primo semestre del 2018 sono sorprendenti, hanno evidenziato che il latte e conseguentemente il formaggio italiano piace, e anche tanto.
Infatti il consumo all’estero ha raggiunto livelli mai registrati prima ottenendo un +8% rispetto al 2017 in cui pensate comunque erano stati consumati ben 412 milioni di chili. Sorprendente!

I paesi che amano il formaggio italiano

Vi sareste mai aspettati che i maggiori consumatori di formaggio italiano sono i nostri cugini francesi? Ebbene si… il 20% dei formaggi italiani finisce sulle tavole e gli scaffali dei francesi togliendo un po’ di spazio ai localissimi Camembert, Brie e Roquefort, solo per citarne alcuni.
In classifica si posizionano subito dopo Germania e Gran Bretagna e addirittura Stati Uniti d’America.
I formaggi nostrani più richiesti dal mondo sono ovviamente il Grana Padano e il Parmigiano Reggiano con un export totale del 22%.

La filiera del latte

Quello caseario, non è il più facile tra i settori economici italiani. Infatti una delle produzioni più critiche a causa della lunga filiera e i numerosi passaggi per arrivare al prodotto finito, con la conseguenza che al produttore iniziale arriva una parte irrisoria rispetto a quello che paga effettivamente il consumatore finale. Le fasi principali sono:

  1. allevamento (che può essere a stabulazione libera o fissa)
  2. mungitura
  3. raffreddamento e filtraggio
  4. etichettatura ( con la dicitura “zona di mungitura” o “provenienza del latte”, seguita dal comune o dalla regione di produzione)

Perchè è importante bere latte

I valori nutrizionali del latte, soprattutto quello vaccino intero pastorizzato, sono importanti:

  • 50,63% di grassi: favoriscono l’aumento della sazietà al miglioramento dell’insulino–resistenza, dall’aumentata lipolisi al minore assorbimento di grassi grazie alla formazione di micelle insolubili;
  • 28,75% di carboidrati
  • 20,63% di proteine: ottimo sostegno per la forma fisica, promotore dell’aumento di massa muscolare e conseguentemente il volume delle fibre muscolari

Informazioni sull'autore

Serena