Guide sul vino

Nocino, storia e ricetta per farlo in casa

nocino
scritto da Annalisa

Liquore Nocino, bastano 3 ingredienti!

Bastano tre ingredienti per produrre in casa questo ottimo liquore, bandiera della tradizione liquoristica italiana più tipica. Con pochi sforzi otterrete un liquore macerato delizioso, che spicca per il ventaglio di profumi e il sapore intenso.

Nocino, da Modena a tutta Italia

Nasce nel cuore dell’Emilia, nella provincia modenese dove fu, forse, portato dai francesi molti secoli fa. La sua storia è intrigante e ammantata dal mistero poichè legata a leggende di streghe e fattucchiere che preparavano questo nettare di malli di noce.

La leggenda più famosa racconta che la donna più esperta nella preparazione si arrampicava a piedi scalzi sull’albero di noce più imponente per cogliere, rigorosamente a mano, i frutti ancora acerbi nella notte di San Giovanni. Il liquore veniva stappato e bevuto solamente dal 31 ottobre in occasione della festa di Tutti i Santi.

nocino1

Ricetta del Nocino da fare in casa

Dai tempi lontani ad oggi il Nocino ne ha fatta di strada, diventando uno dei liquori simboli della produzione liquoristica italiana che si è estesa su tutto il territorio nazionale, mantenendo però sempre vivo un forte carattere casalingo. Se siete curiosi di realizzare il Nocino in casa seguite questa semplice ricetta:

  • Ponete in un barattolo di vetro 1 kg di noci acerbe con il mallo, circa 35 noci, lavate e tagliate in 4, insieme a 800 gr di zucchero bianco.
  • Lasciate macerare per un paio di oggi al sole.
  • Aggiungete un litro di alcool Buongusto e lasciate in infusione da 2 a 3 mesi in luogo fresco e asciutto, magari vicino alla finestra.
  • Filtrate e imbottigliate.

Come dev’essere un buon Nocino?

Questo liquore deve risultare sciropposo, dall’aspetto bruno brillante e limpido; i profumi e il sapore sono intensi di noce, persistenti e di buon corpo. Il Nocino spicca per la dolcezza, il gusto della frutta secca e la morbidezza al palato.

Segreti per un Nocino perfetto!

  1. I frutti con il mallo devono essere colti a mano e non recisi con il metallo che velocizza l’ossidazione del frutto.
  2. Per un Nocino personalizzato aromatizzatelo con spezie come cannella, chiodi di garofano, bacche di ginepro.
  3. Abbiate pazienza! Il tempo consigliato di infusione è di 3-4 mesi, più rimane in infusione più si insaporirà.
  4. Per un Nocino speciale, una volta pronto lasciatelo stagionare in botti di rovere da 2 mesi fino ad un anno.

Informazioni sull'autore

Annalisa