Food

Pasta fresca italiana: i Pici toscani, ricetta e curiosità

pici-senesi
scritto da Riccardo Perazza

Pici toscani, non la solita pasta!

Ogni regione italiana ha il suo tipo di pasta fresca tradizionale, dai Bigoli veneti ai Cavatelli molisani esistono decine di tipologie di pasta fresca, preparata con tecniche e ingredienti diversi e legati al territorio. In Toscana, a fare buona compagnia alle pappardelle, troneggiano sulle tavole locali i Pici, piatto tipico regionale e in particolare della provincia di Siena.

Pici toscani: cosa sono

I Pici, detti anche Pinci, sono dei grossi spaghetti preparati con farina di grano tenero e acqua il cui diametro si aggira sui 3-4 millimetri. La grossezza e la consistenza corposa, insieme alla superficie ruvida e irregolare li rendono perfetti per sughi importanti e saporiti ma un tempo venivano consumati dai contadini anche semplicemente con olio e cipolla passita. I Pici hanno una lunghezza simile agli Spaghetti ma il diametro richiede una cottura di circa 15 minuti.

pici2-e1429023232347

Preparare i Pici toscani

Dato che i Pici hanno una lunga storia, la tradizione  contadina vuole che  siano preparati con  ingredienti semplici e basilari: farina di grano tenero di tipo 0 e poco elastica (non semola come molte paste fresche), acqua e un pizzico di sale. La preparazione manuale prevede di impastare gli ingredienti e lasciarli riposare almeno mezz’ora, si stende poi la pasta in una sfoglia alta un centimetro circa e si tagliano tante strisce sottili che vengono arrotolate a mano, filando i Pici fino a renderli degli spaghettoni lunghi.

I sughi giusti per i Pici toscani

pici-al-ragu

Le ricette tipiche per servire i Pici sono variegate e tutte legate ai prodotti tipici del territorio senese; data la corposità della pasta si sposano bene con sughi saporiti e ricchi. Il tipico condimento è con cacio e pepe mentre i Pici all’aglione sono conditi con il tipico sugo toscano di pomodoro insaporito con un soffritto di cipolla, carote, sedano e molto aglio tritato. I Pici alle briciole sono insaporiti da briciole di pane tostate con olio e aglio in un tegame mentre i Pici con ragù di nana sono arricchiti con un ragù saporito di anatra. Altri sughi tradizionali prevedono salsiccia e funghi, o patate e salsiccia e anche fagioli. da gustare rigorosamente con un buon Chianti o un vino toscano!

 

Informazioni sull'autore

Riccardo Perazza