Food

La Quinoa: il finto cereale che fa bene

quinoa
scritto da Annalisa

Quinoa per depurarsi e restare in forma

Primavera tempo di depurarsi! La prima regola è la buona scelta dei cibi: depurativi, leggeri e di stagione: come carciofi, asparagi ed erbe spontanee detossinanti.

Per ritrovare la forma con una dieta salutare e fare del bene al vostro organismo provate la quinoa! Si cucina come un cereale in zuppe, insalate, polpette e ripieni ma questo “falso cereale” in realtà non appartiene alla famiglia delle graminacee ed è dunque un ottimo alimento per chi soffre di celiachia.

Tutti si chiedono: ma che cos’è la Quinoa?

La quinoa è considerata a pieno titolo tra i cibi migliori del mondo per le sue numerose proprietà nutritive, l’alto potere saziante e l’elevata quantità di proteine a fronte di un basso apporto calorico. É dunque un’ottima fonte proteica per vegetariani e vegani e può essere inserita nelle diete ipocaloriche.

Appartenente alla specie delle Chenopodiaceae (come spinaci e barbabietole) questo pseudo cereale si presenta sotto forma di piccoli semini chiari o rossicci, la miglior qualità che si trova in commercio è la Real. É coltivato in Sud America, in particolare nelle Ande del Perù, della Bolivia e in Ecuador dove viene raccolto, lavato dalla saponina (sostanza sgradevole difficile da digerire), essicato e poi commercializzato in tutto il mondo.

quinoa pianta

Quinoa: cibo portentoso!

Quali sono le tanto decantate proprietà nutrizionali della Quinoa? É innanzitutto ricchissima di antiossidanti, flavonoidi e vitamina E, utili per ostacolare i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare; ha un altissimo apporto proteico (14 g) più di frumento e mais e apporta un buon numero di sali minerali tra calcio, fosforo, magnesio e ferro. Da non dimenticare anche la ricchezza di amminoacidi essenziali, presenti tutti e 9, e fibre (7 g) che aiutano a regolarizzare l’intestino e a tenere sotto controllo l’indice glicemico.
Infine presenta pochissimi grassi saturi (inferiori ad 1 g) e non innalza il colesterolo cattivo.

É un alimento perfetto per restare in forma senza rinunciare al gusto e apporta al nostro organismo tutto ciò di cui ha bisogno per funzionare al meglio.

La Quinoa in cucina

Presentandosi come un seme è molto versatile in cucina e si può utilizzare in maniera simile ai cereali in chicco come il riso, l’avena o l’orzo. La prima cosa essenziale da fare è sciacquarla abbondantemente sotto l’acqua corrente per eliminare i resti di saponina, si procede poi con la bollitura e i metodi di cottura che preferite.

Vi suggeriamo una ricetta collaudata, gustosa e salutare!

quinoa

 

Polpette di quinoa, zucchine e limone
Bollite la quinoa in acqua (il doppio del suo peso) aromatizzata con curcuma e zenzero fresco tritato; scolatela e mescolatela con zucchine grattugiate e precedentemente saltate in padella con cipollotto. Insaporite con sale e un pizzico di peperoncino e aggiungete abbondanti zeste di limone (escludendo la parte bianca della buccia).

Per rendere compatto l’impasto aggiungete una spolverata di farina di riso, di ceci o fecola di patate che assorbiranno i liquidi in eccesso. Formate delle palline mettendo al centro un cubetto di formaggio fresco di capra e chiudete le polpette. Passatele nell’uovo sbattuto e nel pangrattato e rosolatele in padella con un filo d’olio.

Informazioni sull'autore

Annalisa