Birre Artigianali: Recensioni e Guide Recensioni Birre Artigianali

Recensione Birra Cherry Lady, Birrificio Foglie d’Erba

Birra Cherry Lady - Spina di Birra Artigianale | EFW

Birra Cherry Lady del Birrificio Foglie d’erba – La recensione

NOME: Cherry Lady

STILE: Fruit Sour Ale

PROVENIENZA: Forni di Sopra,Udine, Friuli-Venezia-Giulia, Italia

PRODUTTORE: Birrificio Foglie d’Erba nasce nel 2008, in un paesino dell’alta valle del Tagliamento. Sorge su quello che è il locale di famiglia, la birreria ristorante “Coton”, dove dal 2005 Gino Perissutti inizia a cimentarsi nell’arte dell’homebrewing, e dopo soli tre anni decide di compiere il grande passo: trasformare il locale in un brewpub. Inizia così la sua avventura, piena di successi e coronata da un grande riconoscimento, il più importante in Italia: Gino nel 2011 è birraio dell’anno.

MATERIE PRIME: Per la birra Cherry Lady solo malto Pale, luppolo Tettnanger, lamponi e ciliegie da agricoltura biologica provenienti da un agricoltore locale.

 

L’analisi sensoriale

ALLA VISTA: La birra Cherry Lady si presenta di un vivo color rosa intenso, velato, con tonalità aranciate. La sua schiuma è rosa pallido, di buona tenuta.

AL NASO: impressionante è l’aroma di lampone della birra Cherry Lady che, accompagnato da sentori di ciliegia più difficilmente rilevabili, regala forti note fruttate ed asprigne, tipiche dei frutti lasciati in macerazione.

IN BOCCA: Al palato le aspettative offerte dall’olfatto si confermano. A dominare la scena restano i frutti rossi, lamponi e ciliegie appunto. Il corpo leggero e la carbonazione media regalano una bevuta estremamente facile e piacevole, dove le note acide, delicate e per nulla invadenti, conducono verso un finale piacevolmente secco, dove si percepisce appena il lieve amaro fornito dal luppolo tedesco.

 

Caratteristiche tecniche

GRADAZIONE ALCOLICA:  5,9 % Vol.

BRASSAGGIO: Prima fermentazione in acciaio, vengono successivamente aggiunte polpa di lamponi e ciliegie. I lieviti selvaggi presenti sulla frutta stessa, in concomitanza con i residui di lievito della prima fermentazione,ne fanno partire una seconda. È qui che la birra prenderà il suo carattere fruttato e la sua piacevole e leggera acidità.

CONSIGLI: Cherry Lady è una birra che consiglio per chi vuole sperimentare per la prima volta le sensazioni acide che alcuni prodotti possono offrire, proprio per la delicatezza, quasi ruffiana, di questa caratteristica che le appartiene. Piacevolissima in aperitivo, può anche accompagnare pietanze grasse (fritti e formaggi a pasta molle) dolci a base di frutti rossi e di cioccolato.

Informazioni sull'autore

Federico Zivillica

Nasco come appassionato di birra, dal 2008 seguo questo mondo in continua espansione. Dal 2012 ho iniziato a lavorare al Nidaba di Montebelluna, un locale che offre birre artigianali selezionate e che mi ha dato l'opportunità di apprendere e confrontarmi con esponenti di spicco del panorama birraio italiano ed europeo.