Guida alle birre artigianali

Il successo dei microbirrifici artigianali in Italia

birra artigianale
scritto da Annalisa

Il boom italiano dei microbirrifici artigianali

915 microbirrifici artigianali in Italia, tra cui 157 in Lombardia, 98 in Piemonte e 61 nel Lazio: questi alcuni dei numeri della produzione artigianale di birre in Italia. In moltissimi negli ultimi anni hanno infatti deciso di aprire un microbirrificio.

Ingredienti del territorio, produzione a km 0 e ricette personalizzate sono la formula vincente che ha permesso a passioni personali di trasformarsi in veri e propri business. Da produzioni casalinghe in garage e cantine a birrifici strutturati che producono e confezionano ettolitri di bianche, bionde e rosse.

Dagli Usa all’Italia…il fenomeno homebrewer

Il fenomeno della produzione artigianale di birra, dei cosiddetti homebrewers, nato negli Stati Uniti negli anni ’70 ha lentamente invaso il vecchio continente e l’Italia è arrivata a piazzarsi al terzo posto in Europa per il numero di piccoli produttori artigianali. Un vero e proprio boom, un’espansione che ha eguagliato per numeri e velocità quella della birrosa Gran Bretagna, dove gli abitanti sono da sempre noti amanti della birra.

A sorprendere è il successo di Ale e Pilsner proprio in Italia, dove il Re delle tavole è sempre stato senza ombra di dubbio il vino, rosso o bianco che sia! Affianco alla passione tutta italiana per il buon vino si è sviluppata anche quella per le birre: rigorosamente artigianali, di qualità, particolari nel gusto e degli aromi tanto che ormai le birre made in Italy sono bevande immancabili nei ristoranti stellati e perfino il Gambero Rosso ha coniato un nuovo simbolo (un boccale schiumoso) per indicare la presenza di etichette valide nei ristoranti.

birrificio artigianale

Birra italiana nel Regno Unito

Le produzioni dei microbirrifici dello Stivale sono così apprezzate che stanno riscuotendo grande successo anche oltre la Manica, quasi la metà della produzione locale infatti vola in terra britannica sostenendo così un settore economico in continua crescita che vede impegnati soprattutto i giovani: sono gli under 35 i protagonisti principali di questo nuovo business. Se vi siete incuriositi, in questo articolo vi spieghiamo i primi passi per diventare mastri birrai.

Ingredienti a Km 0, aromi particolari e design

birrificio artigianale

Come ottenere successo con un microbirrificio? I molti piccoli produttori italiani che hanno trovato spazio nel mercato lo insegnano. Puntare sulla qualità tutta locale degli ingredienti, prediligendo la filiera corta: luppolo e orzo italiani, acqua della sorgente più vicina e affidarsi ad una malteria italiana.

Un altro fattore vincente? Rendere unica la propria produzione conferendo aromi e sapori unici, si trovano in commercio birre con l’aggiunta di alghe irlandesi, aromatizzate alla mela, ai lamponi e alla pera o birre dai sentori di nocciola, liquirizia o cioccolato.
Infine, ma non da sottovalutare, è l’immagine del prodotto; i birrifici artigianali cercano con stile e design di realizzare etichette e brand innovativi, alternativi e unici.

Informazioni sull'autore

Annalisa