Guide sul vino Rubrica Tour Vino: Recensioni e Consigli

I famosi vini dolci francesi

Mappa Francia con regioni vini | Enjoy Food & Wine
scritto da Silvia Doria

La dolcezza d’oltralpe: i vini dolci francesi

La Francia è da considerarsi uno dei paesi culla dell’enologia moderna, dove l’arte di fare il vino è diventata un modello da imitare. A questo paese va infatti riconosciuto il merito di aver compreso l’importanza di produrre vini di qualità e lo stile francese viene seguito da moltissimi viticoltori, a seconda della tipologia di vino che si vuole ottenere.
Bordeaux, la Borgogna e la Valle del Rodano sono note per i vini rossi; la Borgogna, la Valle della Loira e l’Alsazia per i vini bianchi; la Champagne per i vini spumanti.

Un po’ di storia

Bottiglie di vini dolci francesi | Enjoy Food & Wine
La Francia vanta un’antica tradizione enologica. Le prime testimonianze relative alla coltivazione della vite risalgono infatti al 600 a.C., anno della fondazione dell’attuale Marsiglia e dell’introduzione della vite.
Con i Romani, alla fine del secondo secolo a.C., la viticoltura subì un impulso notevole. Nella Valle del Rodano i Romani fondarono Narbo, l’attuale Narbonne, città che a quei tempi era la più importante per la produzione e la qualità dei vini francesi.
Nel sesto secolo la viticoltura era diffusa in tutto il territorio francese, prevalentemente grazie all’opera dei monaci che coltivavano la vite nei loro monasteri.
Attualmente la superficie coltivata a vite si è diffusa in quasi tutto il territorio nazionale e le zone di produzione di qualità sono circa una decina e sono tutte circoscritte a determinate zone geografiche.

Vini dolci francesi: la zona del Languedoc-Roussillon

La Francia offre una ricca scelta di vini da dessert, prodotti specialmente con uva Muscat Blanc à Petits Grains. La zona del Languedoc-Roussillon è tra le più celebri: qui infatti la produzione dei vini dolci francesi è piuttosto diffusa.
Questi vini appartengono però alla famiglia dei fortificati, in quanto durante il processo di fermentazione viene aggiunto alcol per conservare lo zucchero dell’uva.
Fra i vini dolci più celebri del Languedoc-Roussillon troviamo quelli prodotti da uva Muscat Blanc à Petits Grains: Muscat de Rivesaltes, Muscat de Lunel, Muscat de Frontignan, Muscat de Mireval e Muscat de Saint-Jean-de-Minervois. Altri vini celebri sono il Banyuls e Maury, entrambi prodotti con uva Grenache Noir, e il Rivesaltes, generalmente prodotto con uve Grenache Noir, Maccabeu, Malvoisie e Muscat Blanc.

Vini dolci francesi: Sauternes e Barsac

Bottiglie di vini dolci francesi | Enjoy Food & Wine
I vini dolci più celebri di Francia provengono dalle zone di Sauternes e Barsac, situate nell’area geografica di Bordeaux.

Sembra che nei secoli scorsi la cantina Chateau d’Yquem abbia subito gli attacchi di una muffa, la Botrytis cinerea, che invece di rovinare i raccolti, rese il vino particolarmente dolce e alcolico.
Si decise quindi di vinificare i grappoli attaccati dalla “muffa nobile”, per ottenere un vino eccezionale.
I vitigni utilizzati sono Semignon, Sauvignon Blanc e Muscadelle. La resa è bassissima: da una pianta di vite si ottiene non più di un bicchiere di vino.
Questo vino è ottimo per accompagnare formaggi saporiti.

I produttori del comune di Barsac possono utilizzare la denominazione Barsac, sebbene i vini prodotti abbiano sostanzialmente le stesse caratteristiche dei Sauternes. Si tratta di un prodotto di nicchia non facilmente reperibile e costosissimo.

Poco più a nord troviamo Cadillac, altra zona celebre per la produzione di vini dolci francesi di Bordeaux, e a est di Bordeaux si trova la regione di Bergerac, non molto conosciuta ma in cui si producono vini a partire da uve Sémillon, Sauvignon Blanc e Muscadelle.

Informazioni sull'autore

Silvia Doria