Guide sul vino

Vino e pizza? Basta scegliere l’abbinamento giusto

vino pizza
scritto da Annalisa

Ad ogni pizza il suo vino

L’abbinamento della birra con la pizza è un must difficile da demolire e pensare ad un bicchiere di vino da sorseggiare con la Regina della dieta mediterranea sembra inorridire i più, ma l’avete mai provato? Il matrimonio vino e pizza non è poi così azzardato e potrebbe funzionare più che bene…basta scegliere il vino giusto!
Vino e pizza sono le due produzioni tradizionali del Bel Paese più note al mondo, e perché allora non pensare di abbinarle per un pasto 100% made in italy? Il vastissimo panorama della produzione enologica italiana offre un’infinita varietà di vini con struttura e proprietà organolettiche diverse da cui poter attingere per dare ad ogni pizza il giusto abbinamento.

Rosso o bianco? Ecco i giusti abbinamenti vino e pizza

Il segreto infatti per non scatenare una rivolta nelle papille gustative è scegliere il vino giusto, azzeccandone proprietà e sapore in base agli ingredienti scelti nella pizza.
Di base è più facile abbinare vini bianchi, leggeri e freschi, poiché il pomodoro della pizza, dalla spiccata acidità, mal si sposa con il retrogusto ferroso dei tannini presenti nei rossi; i bianchi, più o meno strutturati che siano, riescono a bilanciare l’acidità smorzando al contempo i grassi della mozzarella.

Pizza margherita

Margherita e Friulano

I semplici ingredienti (pane, mozzarella fior di latte e pomodoro) trovano connubio perfetto con vini bianchi dal sentore di frutta che esaltano il pomodoro e la dolcezza del fior di latte. Provate un bianco Friulano, minerale e floreale, perfetto con il sapore erbaceo e dolce del basilico; un Gavi DOC con i suoi profumi delicati arricchito da note fruttate e secco e armonico al palato, o un Falerio DOC dai sentori di mela, banana e ananas; il sapore secco e acidulo è perfetto per sgrassare.

Bufala, 4 Formaggi e Verdicchio

Una pizza più ricca e saporita, ricca di grassi, ha bisogno di vini in grado di pulire il palato, come i bianchi di media struttura e sapidità. All’unanimità sommelier consigliano il Verdicchio di Jesi, vino sapido perfetto per il suoi sentori di fiori di campo, cedro, frutti tropicali con un gusto fresco e secco. In alternativa un Vermentino di Gallura.

Salamino o Acciughe, olive e capperi e Greco di Tufo

Pizze salate, piccanti e dal sapore deciso necessitano di vini più corposi e strutturati. Buoni abbinamenti sono il Verdicchio, dalla spiccata nota minerale, il Tocai friulano e il Greco di Tufo. Vini fermi, minerali e corposi.

Pizze alle verdure e Prosecco

pizza verdure

Le numerose pizze con le verdure grigliate o al forno sono in genere più delicate e meno salate, per questo possiamo abbinarci un vino fresco e giovane come il Prosecco di Valdobbiadene, preferibilmente un Prosecco fermo, non troppo frizzante, dai sentori erbacei e fruttati, puntando sui Brut con un livello zuccherino più basso.

Prosciutto e funghi, Capricciosa e Marzemino

Prosciutto, funghi e a scelta carciofini. Con gli affettati il discorso cambia! Il sapore forte, salato, dei salumi e dei sott’olio richiamano vini rossi. Potete scegliere vini giovani e morbidi come un Novello, un Marzemino o un Chiaretto del Garda con sapore di frutti maturi, speziato e minerale; in bocca è fresco, morbido e con tannini sottili.

4 Stagioni, salumi e formaggi e Raboso del Piave

pizza-Quattro-Stagioni

Prosciutto, funghi, carciofini e olive, oppure pizze con grana, pecorino, speck o pancetta. La varietà e complessità dei sapori sono l’occasione perfetta per sbizzarrirsi con vini rossi più corposi e strutturati che bilanciano i sapori decisi dei condimenti. Se amate le pizze dai sapori forti provate vini altrettanto decisi come un Raboso del Piave Doc, un Lambrusco, un Merlot dei Colli Euganei o un Barbera fruttato.

Informazioni sull'autore

Annalisa