Vino: Recensioni e Consigli

Prosecco Sur Lie, il Prosecco “Col Fondo”

white_wine_large
scritto da Annalisa

Cos’è il Prosecco Sur Lie

Sur Lie, termine francese tradotto in italiano “col fondo”, significa letteralmente sopra lo sporco, ovvero sopra i lieviti; il Prosecco Sur Lie è prodotto secondo l’antico metodo per produrre Spumanti, usato prima che venissero inventati i moderni macchinari per la spumantizzazione e presenta un residuo di lieviti sul fondo della bottiglia.

Prosecco Sur Lie: come viene prodotto

slide-calici-prosecco-1024x685

Il Prosecco Sur Lie non viene sottoposto alla fase di seconda fermentazione nelle autoclavi, le vasche sotto pressione usate per la canonica spumantizzazione nel metodo Martinotti, poiché la seconda fermentazione, così come nel metodo champenoise, avviene direttamente in bottiglia.

Dopo la prima fermentazione del mosto il vino viene travasato in damigiane dove riposa per tutto l’inverno e si attende fino a marzo- aprile, quando le temperature si alzano, per imbottigliare; grazie alle condizioni atmosferiche favorevoli e alla temperatura più alta inizia in bottiglia il processo di rifermentazione alcolica spontanea, dovuta all’attivazione dei lieviti, aggiunti in precedenza insieme allo zucchero.

Il momento idoneo per imbottigliare è appena si iniziano ad intravedere delle bollicine nel vino, causate dell’attivazione dei lieviti, questo significa che la fermentazione sta per iniziare ed è bene imbottigliare e lasciare le bottiglie a riposare al buio ed esposte ad una temperatura media di 12-15° fino a che la fermentazione non è completata, circa 20 giorni.

A questo punto il prosecco Sur Lie è pronto, a differenza del metodo champenoise non viene effettuato il degorgement o sboccatura, ovvero la rimozione della feccia depositata sul fondo della bottiglia, nel Sur Lie i lieviti depositati vengono lasciati in bottiglia e quello che si ottiene è un vino torbido, asciutto e armonico con un deposito di lieviti alla base della bottiglia.

Prosecco Sur Lie: caratteristiche e come degustarlo

img_9748-1

Il Prosecco Sur Lie si può degustare in due modi differenti, torbido oppure limpido. Nel primo caso basta roteare lievemente la bottiglia per smuovere i sedimenti che intorbidiranno il vino, se invece si preferisce limpido e chiaro bisogna scaraffare il vino in una caraffa e lasciarlo riposare finché i sedimenti si depositano nuovamente sul fondo.

Il Prosecco Sur Lie, sia Doc che Docg, gode negli ultimi anni di un rinnovato successo in particolare nell’area del Prosecco Conegliano-Valdobbiadene; è un vino che parla di storia e tradizione, capace di trasportare l’aromaticità della Glera. Il perlage è delicato e brioso, il sapore leggero e floreale; il bouquet olfattivo rimane fedele alle peculiarità del Prosecco, con intense note floreali e di frutta, in particolare bianca. Alcuni Sur Lie possono virare verso la crosta di pane e il lievito. In bocca è fresco e minerale, i lieviti sul fondo lo rendono un vino morbido, piacevole per accompagnare aperitivi o piatti dai sapori delicati. E’ perfetto per accompagnare salumi, sopressa e salami, e formaggi, aperitivi ma anche primi piatti di verdura o a base di pesce, come frittura.

Commenti

Informazioni sull'autore

Annalisa