Birre Artigianali: Recensioni e Guide Birrifici artigianali

L’Abbazia Achel e le sue birre

Etichetta Achel | Enjoy Food & Wine
scritto da EFW Staff

In Belgio, alla scoperta dell’Abbazia Achel (sint-benedictusabdij de achelse kluis)

Il monastero trappista di Notre-Dame di Sant-Benoit, ad Achel, è il più piccolo dei vari esistenti a produrre birra, ma nonostante ciò in questa abbazia belga nascono ben sei tipi di birra.

La storia del monastero

La produzione di birra ad Achel cominciò nel 1648, ma fu spesso interrotta a causa della tormentata storia dell’abbazia che venne addirittura distrutta durante la Rivoluzione Francese per essere poi ricostruita nel 1844.
Il birrificio subì un’altra fase di stallo durante la Seconda Guerra Mondiale, quando i monaci furono costretti a sfuggire all’occupazione nazista; tuttavia, nel 1998, la produzione riprese grazie alla passione di un monaco e mastro birraio che riprese le ricette originali di Fratello Thomas, mastro dell’Abbazia.

Le birre prodotte

Bottiglie Achel - Enjoy Food & Wine

Le prime due birre che vi presentiamo sono destinate esclusivamente all’uso all’interno del monastero:

Achel Blond “5°” (5% vol.): birra trappista dal bel colore aranciato con schiuma densa e persistente caratterizzata da un aroma fruttato e speziato. Il retrogusto è aromatico e dolce, con solo una lieve punta di amarognolo. E’ la birra che viene comunemente bevuta dai monaci durante i pasti.

Achel Bruin “5°” (5% vol.): birra trappista di colore bruno-rossastro che è possibile gustare solo alla spina all’interno del monastero. Il profumo è luppolato, e richiama al malto tostato; il sapore è lievemente dolce e persistente, con note di caramello e frutta.

Bottiglie Achel | Enjoy Food & Wine

Le birre destinate alla commercializzazione sono:

Achel Blonde “8°” (8% vol.): questa birra trappista appartiene alla tipologia Tripel ed è caratterizzata da colore giallo dorato e schiuma mediamente persistente. Il profumo richiama note di miele, malto, frutta (uva, pera) e lievito. Il gusto è dolce e leggermente speziato e il retrogusto è gradevolmente luppolato.

Achel Bruin “8°” (8% vol.): questa birra trappista appartiene alla tipologia Dubbel ed è una birra trappista dal colore rosso rubino scuro, che forma una schiuma densa ma non persistente. L’aroma richiama la frutta scura matura e il sapore è rotondo e complesso, con note di liquirizia, noce moscata, malto e rabarbaro.

Achel “Extra” Blonde (9.5% vol.): birra trappista dal bel colore dorato che forma una schiuma cremosa e presenta aroma fruttato con sentori di lievito e finale speziato.

Achel “Extra” Bruin: birra trappista dal colore rosso ambrato scuro tendente al marrone con schiuma dal colore beige chiaro, di consistenza media. Il profumo è pieno e intenso e il sapore è dolce e speziato, con sentori di zucchero candito e vaniglia, ma anche agrumi.
Le “Extra” sono commercializzate solo in bottiglie da 75 cl.
Ad oggi la produzione del monastero si attesta attorno ai 4500 ettolitri l’anno, e il ricavato viene utilizzato per finanziare opere di bene o spese di gestione del monastero.

Informazioni sull'autore

EFW Staff