Food

Gli stranieri guardano al made in Italy

cibo
scritto da EFW Staff

Google Trends e il cibo italiano

Sappiamo già che all’estero amano il cibo italiano e spopolano i ristoranti a tema (non sempre originalissimi!), ma da qualche anno le ricerche food degli appassionati hanno registrato un aumento all’estero, tanto da creare un flusso di notizie misurabile.

Made in Italy: lo studio

La ricerca è stata rilasciata nel 2019 da “Italiani Coop” e mira a creare una mappa europea di appassionati di cibo italiano. I risultati guardano alle analisi dei trend di Google di Germania, Regno Unito, Francia e Spagna e sono serviti per rilevare quanti hanno cercato parole riferite alla cucina italiana o ricette italiane tradotte nelle rispettive lingue.

Made in Italy: cosa cercano all’estero?

E’ emerso che nel Regno Unito cercano per lo più ristoranti italiani o in Spagna come farsi arrivare cibo italiano a domicilio, mentre in Francia e Germania sono più rivolti al fai da te.  I tedeschi cercano prevalentemente come si fa la pasta mentre i francesi, oltre alla pasta cercano anche come fare le meringhe. Gli spagnoli invece vogliono sapere come viene preparata la pizza o la carbonara, e gli inglesi il pollo, affiancato dall’immancabile pasta.

Made in Italy: acquisti tricolore

Sul podio degli acquisti made in Italy c’è la Germania con 5 miliardi di euro di prodotti nel 2018 (61 euro pro-capite), seguita dalla Francia, al secondo posto con 3 miliardi (50 euro pro-capite) e al terzo posto il Regno Unito con 1,6 miliardi. Fanalino di coda la Spagna con circa 1 miliardo (rispettivamente 25 e 22 euro pro-capite).

Informazioni sull'autore

EFW Staff