Food

‘Ndunderi di Minori, eccellenza campana nel piatto

Ndunderi di Minori
scritto da EFW Staff

‘Ndunderi di Minori, gli gnocchi più longevi

Gragnano è considerata la capitale della pasta a livello europeo, ma questo successo è da attribuire anche ai pastai di Minori. Gli abitanti di questa città, affacciata sulla Costiera Amalfitana, che di professione lavoravano la pasta arrivarono a Gragnano nel ‘700 e iniziarono il culto della lavorazione del grano, dando vita agli ‘ndunderi, un tipo di gnocco fatto con “farina caseata”, cioè  farro e latte cagliato (per gli odierni gnocchi di patate bisognerà aspettare la scoperta dell’America).

‘Ndunderi di Minori, tradizione e modernità

Gli ‘Ndunderi di Minori sono un piatto tradizionale della Costiera Amalfitana e vengono preparati in grandi quantità sia per la celebrazione di Santa Trofimena, santa protettrice della città di Minori che si celebra tre volte l’anno, sia per l’evento “Gusta Minori” che si tiene a fine Agosto e ha lo scopo di promuovere la storia e la tradizione della città di Minori, in combinazione con spettacoli e concerti.

‘Ndunderi di Minori, ricetta tradizionale e preparazione

10013971_609573772497871_5179139297062262705_n

Il farro della ricetta originale è stato sostituito oggi con la farina, rimangono però invariati il latte cagliato (o ricotta), tuorli d’uovo, formaggio di vacca grattugiato, sale, pepe e noce moscata. Vediamo nel dettaglio gli ingredienti e la preparazione.

Ingredienti per la pasta

200 gr di ricotta di mucca
250 gr. di farina
3 tuorli d’uovo
50 gr caciocavallo grattugiato
sale e pepe
noce moscata q.b.

Lavorate la ricotta con la farina, i tuorli, caciocavallo, sale, pepe e noce moscata fino a creare un impasto omogeneo. Formate una palla che lascerete riposare per un’ora in un luogo fresco. Dopodiché formate un cordone lungo che taglierete a tocchetti formando degli gnocchi grandi che vanno passati sulla grattugia o fateli scivolare sui denti di una forchetta per dargli la classica “zigrinatura”. Cuoceteli in acqua bollente per circa 15 minuti.

Per il condimento

Gli ‘Ndunderi di Minori si sposano perfettamente con il ragù di carne, ma stanno bene anche con un sugo al pomodoro e basilico.
Una variante è quella di disporre su delle cocotte in mono porzioni, con una spolverata di parmigiano, una fettina di scamorza e olio d’oliva e infornate a 180° per una ventina di minuti, o comunque finché non saranno ben rosolati.

Informazioni sull'autore

EFW Staff